Disegno in bianco e nero che rappresenta l'oratorio
FAIL (the browser should render some flash content, not this).
Home Page

Articoli "Il Ricreo" del 28/07/2017




  • Autoemoteca Avis

    Domenica 23 luglio si è svolta la raccolta ordinaria del sangue presso il Ricreo Maria Bambina. La sezione Avis di Bellinzago ringrazia tutti i soci che si sono presentati per la donazione e che hanno permesso di raggiungere il risultato di 24 prelievi, tra cui tre prime donazioni. Nella stessa giornata si sono presentati anche quattro nuovi candidati donatori a cui è stato fatto il prelievo del sangue per valutarne l’idoneità alla donazione.
    Ricordando che il prossimo appuntamento per la raccolta del sangue è previsto per il 24 settembre 2017, la sezione Avis di Bellinzago Novarese augura a tutti buone vacanze e invita tutti i soci che non hanno potuto donare in quest’occasione e tutti coloro che vogliono intraprendere il percorso per diventare donatori di sangue a presentarsi numerosi la prossima volta.


  • Don Valeriano Barbero festeggia 50 anni di sacerdozio

    La comunità parrocchiale di Bellinzago festeggerà, domenica 30 luglio, il 50° anniversario di ordinazione sacerdotale di don Valeriano Barbero.
    Don valeriano Barbero è nato a Bellinzago il 31 agosto 1938. Fattosi salesiano il 16 agosto 1954, partì per le Filippine il 27 ottobre 1960. Ordinato sacerdote il 18 marzo 1967, fu invitato ad aprire la nuova presenza salesiana in Papua Nuova Guinea nel 1980.
    Aperta la prima missione ad Araimiri nella Provincia del Golfo di Papua dal 1980 al 1989, fu Vicario del Vescovo dal 1989 al 1994, poi iniziò un nuovo centro missionario ad Orokolo sempre nella Provincia del Golfo e nella diocesi di kerema.
    Chiamato a Port Moresby nel 1994 con l’incarico i Delegato ispettoriale, fu incaricato di costruire una scuola liceale, un centro di spiritualità e un santuario dedicato a Maria Ausiliatrice. Nel frattempo fu chiamato a
    collaborare con il Nunzio Apostolico. Durante quel periodo fu insignito dell’onorificenza pontificia: “Pro Ecclesia et Pontefice”.
    Dal 2011 al 2012 è stato economo dell’Arcidiocesi di Rabul, Amministratore Delegato della diocesi di Kerema dal 2013 al 2014. E’ tornato in Italia nel 2015.
    Il gruppo che fu ordinato sacerdote nel 1967 si ispirò al motto di
    S. Paolo. “Mi sono fatto tutto a tutti”, con l’aggiunta: “ai vicini e ai lontani e con il desiderio che tutti possano trovare la felicità anche nella gioia degli altri”


  • Festa alla Madonna della Neve

    1

    Tutto pronto per la festa della chiesetta della Madonna della Neve che si terrà il primo fine settimana di agosto.
    La chiesetta sarà aperta la sera di giovedì 3 agosto per la recita del Santo Rosario alle ore 20.30. Il giorno successivo, venerdì, il Santo Rosario è anticipato alle 20.10 perché sarà seguito dalla Santa Messa.
    La sera di sabato 5 agosto è in programma la cena benefica presso l’Oratorio Vandoni con inizio alle ore 19.30. Prenotazioni entro il 1 agosto al numero 335-8395320. Previsto un gustoso menù: antipasti misti, gnocchetti sardi alla campi danese, roast-beef e porchetta con contorno, formaggi, caffè, acqua e vino.
    Il momento centrale della festa sarà la celebrazione della Santa Messa domenicale delle 9.30 presso la chiesetta. Al termine si svolgerà un momento conviviale con un rinfresco offerto dal comitato della chiesetta. Durante la mattinata è previsto il banco del dolce e del salato. Al pomeriggio, dopo la recita dei vespri alle 15.30, seguirà un momento di festa con musica e balli.
    Durante l’anno appena trascorso sono stati diversi i lavori di miglioramento della chiesetta: l'acquisto di 6 banchi in legno, il posizionamento di due telecamere esterne e la ripulitura dell'altare maggiore, danneggiato dall'umidità. La spesa complessiva è stata di euro 6.395


  • Si è laureto Samuel Colombo

    1

    Nella giornata di martedì 25 Luglio 2017, Samuel Colombo ha conseguito la laurea triennale nel corso di Ingegneria dei Materiali e delle Nanotecnologie presso il Politecnico di Milano.
    Al nuovo dottore i più vivi complimenti e un augurio per il proseguimento degli studi.


  • Concluso il camposcuola dei ragazzi delle superiori

    1

    1

    1

    Si è conclusa, con il campo scuola dei ragazzi delle superiori, l’esperienza estiva dei giovani bellinzaghesi a Rimella.
    Lo scorso martedì 13 giugno i piccoli di quarta elementare avevano aperto, per la loro prima volta, le porte di Villa Edelweiss che ha poi ospitato, settimana dopo settimana, centinaia di ragazzi e ragazze, fino a domenica 23 luglio, quando la casa rimellese è stata chiusa con tanta malinconia.
    Ad animare le mura della villa durante l’ultima settimana sono stati 35 ragazzi di età comprese tra i 15 e i 19 anni accompagnati da sei animatori e da don Gabriele.
    A fare da filo conduttore al campo scuola è stato un libretto dal titolo “Il mio piccolo strano mondo”, le cui riflessioni hanno preso spunto dal film Will Hunting, genio ribelle narrante la storia di un adolescente orfano dotato di straordinarie abilità matematiche che viene tolto della strada grazie all’aiuto di un professore e di uno psicologo.
    Sebbene lontana da quelle che sono le vite dei giovani partecipanti, la vita di Will e le sue vicende, hanno potuto guidare i ragazzi e le ragazze lungo un percorso interiore, alla scoperta delle loro conoscenze ed esperienze, dei loro difetti, che spesso li rendono unici, delle scelte che compiono e dei valori che le guidano, delle ferite che impediscono loro di andare avanti e delle passioni che invece possono aiutarli a proseguire e a costruire il loro futuro.
    Riflessioni, giochi e condivisioni hanno riguardato le attività giornaliere che andavano a scandire le giornate insieme ai pasti (preparati con tanta dedizione dalle cuoche Elisa, Giuse e Marilena) e alle passeggiate.
    Diverse sono state infatti queste ultime, grazie anche alle giornate mediamente soleggiate. Tra le camminate, un paio hanno visto mete particolarmente faticate: quella verso Pizzo Nona della Benna (a più di 2.000 metri) intrapresa solo da un ristretto numero di temerari e quella verso il monte Capio intrapresa invece dall’intero gruppo.
    Non è mancato poi l’incontro giornaliero con il Signore mediante la Santa messa, ulteriormente approfondito dall’emozionante Veglia che nella serata di sabato ha fatto rivivere ai giovani gli ultimi momenti di vita di Gesù.
    Oltre agli animatori, a don Gabriele e alle cuoche, altre due sono state importanti figure per i ragazzi durante la settimana: Valter, la salda guida che li ha condotti durante le passeggiate e Lucio, costantemente presente in casa per ogni tipo di aiuto.
    Molti dei ragazzi che hanno preso parte alla settimana di campo scuola avevano già partecipato come animatori a Rimella nelle settimane precedenti e tutti erano stati animatori del grest di quest’anno. La settimana trascorsa da animati è stata quindi un’occasione per riprendere fiato e tirare le fila di quello che è stato il loro inizio d’estate, entrato con entusiasmo nei loro cuori e divenuto parte del loro “piccolo strano mondo”.